Il monitoraggio sismico degli edifici: con MOSI si può

Questa settimana ritorniamo a Reggio Emilia per far conoscere MOSI, una startup che si occupa dello sviluppo di sistemi di monitoraggio sismico degli edifici. Parliamo con il fondatore  Andrea Manfredini che ci spiega: “Il nostro sistema BBOX è la risposta all’incertezza che regna in seguito ad un evento sismico e che porta in molti casi a lunghi tempi di fermo delle attività. BBOX permette per la prima volta di affidarsi a dati certi ed inequivocabili, relativi alla risposta dell’edificio al terremoto, consentendo di riprendere velocemente ed in totale sicurezza le attività”.

Come è nata l’idea di MOSI?

MOSI nasce a Casalgrande (RE) nel 2015 ed è  uno spinoff di Area Prefabbricati, storica azienda operante nel settore dell’edilizia industriale.

Come vedi il futuro della vostra startup?

Il sistema BBOX è già stato installato in diversi edifici produttivi di importanti aziende dell’Emilia Romagna. Il nostro obiettivo è ora quello di far conoscere e di installare BBOX negli edifici delle zone ad alto rischio sismico d’Italia.

Perché investire in questo progetto?

Vista la grande sensibilità e la grande consapevolezza sull’argomento terremoto, siamo convinti che a breve il monitoraggio sismico degli edifici diventerà prassi ordinaria. Investire in MOSI significa quindi investire nell’azienda, che è la prima ad operare in questo settore.

Contact


Per maggiori informazioni sul progetto contatta il referente territoriale Unindustria

Address

Via Toschi 30/A - 42121 Reggio Emilia RE

Phone

0522 409711

Email

info@upidea.it